Pixel Facebook
Chiedi rimborso

Sai come funzionano i motori degli aerei?

Come viene generata la spinta degli aeromobili? Ecco la risposta

motore aereo
03/04/2020 - Tempo di Lettura: 1 min.

Anche qualche cenno storico sull'evoluzione dei motori

Come successo per lo sviluppo degli aeromobili, sempre più efficienti e sicuri, anche i motori aeronautici sono costruiti appositamente per alcune tipologie di aeromobili seguendo una continua evoluzione.

I primi velivoli si alzavano in volo con motori ad elica, quindi venivano costruiti dei motori a pistoni alimentati a benzina. Questi motori ancora oggi utilizzati per alcuni tipi di aerei ultraleggeri, funzionano attraverso il movimento dei pistoni che fanno girare la “biella-manovella” che fa ruotare l'albero motore che a sua volta trasmette la rotazione all'elica.

Poi per necessità di far volare aeromobili un po' più pesanti si è sviluppato un tipo di motore chiamato turbo elica, utilizzato per aeromobili di aviazione generale, militare e commerciale.

Queste tipologie di aerei a motore sono alimentate da carburante aeronautico del tipo cherosene e sono composti da compressori, camere di combustione e turbine. Questi componenti permettono al motore di avere una maggiore potenza all'albero motore che fa girare l'elica. Questi motori quindi garantiscono una maggiore spinta per la fase di decollo, minore rumorosità e minor consumo di carburante. Ricordiamo che per questo tipo di aerei è l'elica a generare la spinta dell'aeromobile.

Durante la seconda guerra mondiale appaio già i primi aerei con motori a getto, utilizzati dai caccia tedeschi per far fronte alla supremazia dei cieli dei piloti americani.

Questo tipo di motori aerei Seconda Guerra Mondiale, tra i più impiegati in aviazione durante gli anni, ha subito più variazioni, trasformandosi in turbo getto e turbofan, consentendo maggiore spinta e minori consumi di carburante.

Il turbo getto è composto da una grande presa d'aria installata nella parte anteriore del motore, dal compressore, dalle camere di combustione, dalla turbina, dall'albero ruotante e cono di scarico. Quindi l'aria che entra dalla parte anteriore del motore viene aspirata e subisce un processo attraversando i suddetti componenti e fuoriesce dal cono di scarico ad altissima velocità generando così la spinta dell'aeromobile. Tuttavia questo tipo di motore sta lasciando lo spazio alla nuova generazione ovvero i turbofan.

Il turbofan a doppio flusso invece consente alla ventola posta all'inizio del motore, azionata dalla turbina, di espellere direttamente la maggior parte d'aria e quindi di produrre la maggior parte della spinta. La restante aria viene immessa nei componenti del motore, pressoché identici a quelli del motore a getto, che grazie ai compressori contribuiscono alla spinta attraverso il cono di scarico.

Questo tipo di motore è sempre più utilizzato in aviazione civile per efficienza, consumi e minor rumore, facendo sempre più attenzione al tema dell'inquinamento ambientale ed acustico.

Sugli aeromobili di ultima generazione sono installati due motori sulle ali e non più quattro, questo non significa che l'aeromobile andrà più piano ma per ridurre il peso e i consumi.

Sugli aerei commerciali è anche installato in coda un altro tipo di motore ausiliario chiamato Auxiliary Power Unit (APU), non utile per dare spinta all'aeromobile ma per dare energia agli impianti di bordo in caso di spegnimento o avaria ai motori oppure a motori spenti.



Ultime curiosità compagnie aeree

curiosita
Volo schedulato, che significa e dove controllarlo

Volo schedulato, che significa e dove controllarlo

Molti utenti ci chiedono cosa significa la schedulazione di un volo e come è possibile verificarla: ecco le informazioni

19/05/2020
leggi tutto
curiosita
Consigli per volare in gravidanza: come viaggiare incinta in aereo

Consigli per volare in gravidanza: come viaggiare incinta in aereo

Cosa succede se aspetti un bimbo e devi spostarti in aereo? Come comportarsi se devi affrontare un viaggio?

19/05/2020
leggi tutto
curiosita
Documenti per viaggiare in aereo: quali servono?

Documenti per viaggiare in aereo: quali servono?

Ecco un elenco dei necessari documenti per aereo in caso di viaggio sia nei paesi dell'area Schengen che non o extra UE

08/05/2020
leggi tutto
curiosita
Assistenti di volo divise: le 10 più belle

Assistenti di volo divise: le 10 più belle

Cenni sulla storia, come sono fatte e perché sono tra loro differenti: ecco tutte le informazioni e le curiosità

08/05/2020
leggi tutto
curiosita
ENAV ed ENAC: differenze, significato e ruoli

ENAV ed ENAC: differenze, significato e ruoli

Sono entrambi due enti impegnati nella gestione del trasporto aereo italiano. Ma che genere di compiti svolgono?

08/05/2020
leggi tutto

Come ottenere risarcimento volo

Risarcimento ritardo aereo

Il tuo volo è in ritardo di oltre 3 ore? Ti spetta un risarcimento che arriva fino a 600€. I tempi della pratica sono brevissimi. Cosa aspetti? Chiamaci!

Rimborso volo cancellato

Ti hanno cancellato il volo? Sei nel posto giusto! Contattaci subito e avvia la pratica di rimborso e/o risarcimento. Compila il form in alto alla pagina.

Rimborso overbooking

Ti hanno negato l’imbarco? Ti faremo ottenere il risarcimento in maniera facile e gratuita. Contattaci facilmente tramite e-mail.

Rimborso bagaglio smarrito

Ti hanno smarrito la valigia? Chiedi subito e gratuitamente il risarcimento del danno. Da anni facciamo ottenere i giusti indennizzi ai passeggeri. Contattaci.

Rimborso bagaglio danneggiato

Ti sei accorto che la tua valigia è danneggiata? Fai subito una foto con il tuo smartphone al bagaglio e mettiti in contatto con noi. Ti assisteremo gratuitamente.

Rimborso bagaglio in ritardo

Stanco di attendere la tua valigia in ritardo? Hai sicuramente subito un danno! Chiedi il risarcimento a costo zero anche con WhatsApp.