Pixel Facebook
Chiedi rimborso

Come funzionano i sistemi di aerazione in cabina?

Ecco come è possibile isolare l'ambiente esterno da quello interno

sistema ventilazione aereo
08/04/2020 - Tempo di Lettura: 1 min.

Tutti i metodi per ricreare una situazione di comfort in cabina

Abbiamo già abbondantemente discusso dell'altezza alla quale volano generalmente gli aeromobili (nel caso in cui te lo fossi perso ti invitiamo a cliccare qui), tuttavia va specificato che si tratta di quote in corrispondenza delle quali nessun essere umano potrebbe sopravvivere, dal momento che si registrano valori di temperatura e di pressione assai differenti rispetto agli standard tipicamente terrestri: parliamo di circa 56 gradi centigradi sotto lo zero e di una situazione in cui la qualità dell'aria è composta per il 78% di azoto, il 21% di ossigeno e da una irrisoria quantità di altri gas, così come sulla terraferma ma naturalmente con una pressione differente rispetto a quella alla quale siamo abituati. Per questa ragione gli aeromobili sono progettati per isolare l'ambiente esterno da quello interno, ricreando mediante ingegnosi sistemi di pressurizzazione e condizionamento, una situazione di comfort ottimale, per certi versi molto prossima a quella riscontrabile a terra.

Sistemi di condizionamento dell'aria

Ti starai certamente chiedendo a questo punto da dove arriva l'aria respirabile, dal momento che la cabina passeggeri è isolata con l'ambiente esterno. Ti rispondiamo in un batter d'occhio.

L'aria che respiriamo a bordo degli aeromobili, entra dalle turbine dei motori e viene, come detto in gergo tecnico, spillata dai compressori, per poi essere convogliata fino all'impianto di condizionamento. Prima di raggiungere la cabina passeggeri attraversa particolari filtri in grado di sterilizzarla da microbi e contaminazioni di ogni genere: studi scientifici dimostrano che l'aria che respiriamo a bordo degli aerei sia più pulita di quella che respiriamo all'interno delle nostre abitazioni. Una volta immessa viene fatta circolare attraverso un sofisticato circuito e completamente rigenerata ad intervalli della durata di circa 5 minuti: a conclusione del ciclo viene fatta uscire all'esterno dell'aeromobile attraverso la valvola di efflusso, controllata a sua volta dall'impianto di pressurizzazione.

D'altro canto invece la temperatura interna viene controllata dal personale di bordo che la regola attenendosi ad una forbice che oscilla dai 15 ai 30 gradi centigradi, al fine di garantire un buon comfort ai passeggeri.

Sistemi di pressurizzazione

Man mano che l'aeromobile acquista quota, viene gradualmente pressurizzato ad opera di uno specifico impianto che ha lo scopo di mantenere la pressione interna alla cabina compatibile con quella che troviamo nell'ambiente in cui siamo abituati a vivere; oltre alla cabina passeggeri anche altri compartimenti come ad esempio i vani dei bagagli risultano altrettanto pressurizzati, cosa che invece non accade per i vani dei carrelli.

Maschere per l'ossigeno

Come funzionano le maschere per l'ossigeno che si utilizzano in caso di emergenza? Se te lo stai chiedendo, abbiamo una risposta anche per questo. L'utilizzo di questi dispositivi avviene raramente e per sole ragioni di sicurezza: il loro impiego dipende dalla perdita di pressione che può essere causata da un malfunzionamento o danneggiamento degli impianti di condizionamento e pressurizzazione, o altrimenti da un danno strutturale. In questo caso, in base all'entità del danno, i piloti attivano delle procedure di sicurezza specifiche scendendo contemporaneamente di quota: l'attivazione del sistema di emergenza in questo caso mette automaticamente a disposizione dei passeggeri le classiche maschere per l'ossigeno. Tutto ciò per evitare la cosiddetta ipossia, ovvero la totale mancanza di ossigeno, tanto nei tessuti muscolari quanto, localmente, nel sistema cardiovascolare. Una volta a disposizione dei passeggeri, è importante utilizzarle senza esitazione, anticipando la possibilità di perdere conoscenza per lo scarso approvvigionamento di ossigeno. Il sistema canalizza fino all'uscita collocata alla bocca di ogni mascherina dell'ossigeno puro al 100% e l'erogazione del medesimo termina soltanto dopo circa un quarto d'ora dal momento in cui i piloti sono riusciti a riportare ad una quota di sicurezza il velivolo.



Ultime curiosità compagnie aeree

curiosita
Bagaglio a mano Lufthansa: ecco le regole da seguire

Bagaglio a mano Lufthansa: ecco le regole da seguire

In caso di volo con Lufthansa, ecco quali sono le disposizioni a cui adeguarsi per la valigia da cabina

01/07/2020
leggi tutto
curiosita
Ecco le regole da seguire per il bagaglio a mano easyJet

Ecco le regole da seguire per il bagaglio a mano easyJet

Leggi attentamente questa breve guida sulle regole easyJet bagaglio a mano ed affronta con serenità il tuo volo aereo

01/07/2020
leggi tutto
curiosita
Ryanair: ecco le regole per un corretto bagaglio a mano

Ryanair: ecco le regole per un corretto bagaglio a mano

Presta attenzione a questa breve guida sulle regole Ryanair ed affronta in tutta tranquillità il tuo volo aereo Ryanair

01/07/2020
leggi tutto
curiosita
Overbooking Ryanair, ecco cosa fare in caso di negato imbarco

Overbooking Ryanair, ecco cosa fare in caso di negato imbarco

Durante la fase del check-in il personale di terra Ryanair ti informa che la tua prenotazione è in Overbooking?

01/07/2020
leggi tutto
curiosita
Overbooking Volotea, cosa fare in caso di negato imbarco

Overbooking Volotea, cosa fare in caso di negato imbarco

Niente panico! Ecco come fare per arrivare comunque a destinazione con un ritardo minimo oppure con le “tasche piene”

01/07/2020
leggi tutto

Come ottenere risarcimento volo

Risarcimento ritardo aereo

Il tuo volo è in ritardo di oltre 3 ore? Ti spetta un risarcimento che arriva fino a 600€. I tempi della pratica sono brevissimi. Cosa aspetti? Chiamaci!

Rimborso volo cancellato

Ti hanno cancellato il volo? Sei nel posto giusto! Contattaci subito e avvia la pratica di rimborso e/o risarcimento. Compila il form in alto alla pagina.

Rimborso overbooking

Ti hanno negato l’imbarco? Ti faremo ottenere il risarcimento in maniera facile e gratuita. Contattaci facilmente tramite e-mail.

Rimborso bagaglio smarrito

Ti hanno smarrito la valigia? Chiedi subito e gratuitamente il risarcimento del danno. Da anni facciamo ottenere i giusti indennizzi ai passeggeri. Contattaci.

Rimborso bagaglio danneggiato

Ti sei accorto che la tua valigia è danneggiata? Fai subito una foto con il tuo smartphone al bagaglio e mettiti in contatto con noi. Ti assisteremo gratuitamente.

Rimborso bagaglio in ritardo

Stanco di attendere la tua valigia in ritardo? Hai sicuramente subito un danno! Chiedi il risarcimento a costo zero anche con WhatsApp.